Strategia nazionale per la valorizzazione dei beni confiscati

In Gazzetta ufficiale il testo della Strategia nazionale per la valorizzazione dei beni confiscati attraverso le Politiche di coesione, approvata con la delibera CIPE n. 53-2018.

La Strategia nasce dall’esigenza di adottare una regia unica dell’azione pubblica finalizzata alla transizione verso la legalità delle aziende e dei beni confiscati alla criminalità quale forma primaria di contrasto al fenomeno.

Le risorse per la valorizzazione socio-economica ed istituzionale dei beni confiscati provengono anzitutto dai fondi strutturali e di investimento europei e dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) e possono essere utilizzate per realizzare progetti di varia natura, dalla ristrutturazione e riqualificazione di immobili ai fini di riutilizzo civile, al supporto della capacità istituzionale nella gestione dei beni confiscati, dall’educazione alla legalità all’inclusione sociale.

Oltre alle Politiche di Coesione 2014-2020, la valorizzazione di questi patrimoni può essere sostenuta attraverso diverse forme di intervento, da investimenti di tipo infrastrutturale a strumenti di finanza agevolata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *